Giochi sul nostro Tavolo: Family Game

Articolo scritto da Simarillon (Davide)

Oggi presentiamo un marchio storico legato al mercato del gioco: a casa di tutti noi saranno transitati i mitici chiodini, soprattutto per quelli negli "anta". Solo recentemente però Quercetti si è affacciata al gioco da tavolo e, proprio in questo mese, vedrà il suo catalogo crescere notevolmente. Alberto Quercetti, Amministratore Delegato e responsabile dell'area di ricerca e sviluppo ci parla dell'azienda e del progetto ludico-editoriale che sta nascendo: se siete curiosi e volete saperne di più, lasciate i vostri commenti a fine pagine e, sicuramente, la vostra curiosità sarà soddisfatta.  

Può presentarci il marchio Quercetti e dirci quale pensa sia il punto di forza del gruppo, ovvero ciò che lo distingue dagli altri sul mercato? 

Quercetti è un’azienda torinese fondata nel 1950, leader nel mercato del gioco educativo 100% Made in Italy. Difatti, ad oggi il suo unico stabilimento produttivo risiede a Torino, avendo un controllo su tutta la filiera, dalla ideazione sino alla spedizione di ogni singolo prodotto.
Ciò, senza alcun dubbio, è un valore aggiunto come il fatto di avvalersi del know-how, consolidato negli anni, per sviluppare proposte originali, altamente educative che considerino i bambini e in generale le famiglie come i veri protagonisti dell’esperienza ludica.


Venendo allo specifico interesse del nostro blog, state per lanciare una linea di giochi da tavolo?  Cosa vi ha portato a fare questa scelta?

La nostra esperienza nel campo dei giochi da tavolo risale a 2 anni fa, con Codice Segreto o Secret Code che ha avuto una "ottima accoglienza" da parte del mercato e del pubblico. Da qui la decisione di estendere la linea, ma con una ferrea logica di coerenza, essendo tutte le proposte derivate da classici giochi "carta e penna" universalmente conosciuti e praticati.
Sulla scia del successo di questo prodotto, in ambito nazionale e internazionale, e, data la particolare richiesta da parte del mercato di board games e family games, abbiamo deciso di ampliare l’assortimento con 5 nuove proposte.

Qual è il principale target dei vostri giochi?  A che tipi di giocatore vi rivolgete?

I giochi della linea Family Game sono rivolti a più target, essendo stati ideati per incoraggiare non solo l’interazione tra bambini, ma anche tra bambini e adulti. Riteniamo sia estremamente importante che più generazioni possano incontrarsi e comunicare tra loro attraverso attività sane per la mente e molto stimolanti.

Ci parli un po’ dei nuovi titoli. E tra i giochi che usciranno quali sono i vostri giochi che raccomanderebbe ai nostri lettori e perché?

Come accennato, al Secret Code si aggiungono 5 nuovi titoli, quali: Sea Battle, Hangman, PegXT, Dots & Boxes e Grand Prix. Questi giochi, dai grandi classici ai più innovativi, hanno tutti una forte caratterizzazione che li lega al marchio Quercetti, come la presenza degli originali chiodini e della tavoletta traforata.
Ciascun gioco è stato ideato al fine di sviluppare abilità specifiche, come: il ragionamento, la concentrazione, la capacità di analisi, il pensiero logico e l’organizzazione dello spazio.

Come vede il futuro della vostra nuova linea editoriale di giochi? 

L’azienda crede molto nella linea Family Game data l’esigenza del consumatore, soprattutto in questo particolare periodo, di dedicarsi ad attività educative e rilassanti nonché di trascorrere del tempo di qualità in compagnia della propria rete di conoscenze. Su queste convinzioni si basano la volontà e l’impegno di ampliare l’assortimento con nuove referenze, sempre contraddistinte da un forte legame con il marchio.

Come vede il futuro dei giochi da tavolo, sia a livello globale che in maniera più specifica per quanto riguarda l'Italia?

I board games e i family games sono segmenti in rapida crescita, come ci testimoniano gli ultimi due anni. In Italia, soprattutto negli ultimi tempi, la forbice di consumatori si è molto allargata, interessando bambini, teenager, adulti e, in modo significativo, la generazione dei Millennials.

 Ringraziamo ancora Alberto Quercetti e aspettatevi le recensioni di questi giochi nelle settimane a venire ... e magari già da oggi pomeriggio.

Originale su: https://bit.ly/3sIXP6g