Quercetti Family Game: i Chiodini invadono il gioco da tavolo!

articolo di Just Nerd: https://bit.ly/2PH0aQF

Per tanti anni il marchio Quercetti è stato sinonimo di chiodini, il celebre gioco per bambini utilizzato per creare delle immagini grazie a dei funghetti collocati su una semplice tavoletta traforata (ma davvero c’era bisogno di una spiegazione?). Ora, a distanza di quasi 70 anni dall’arrivo dei coloratissimi ma “sempreverdi” chiodini nelle nostre case, questi sono diventati i protagonisti di una nuova linea di giochi da tavolo firmata Quercetti, dei veri e propri Family Game dal sapore nostalgico ma sorprendentemente attuali.

I nuovi giochi da tavolo Family Game di Quercetti

Tutto è iniziato in realtà un paio di anni fa, con il lancio di Secret Code, il primo gioco della linea Family Game che oggi si è arricchita di tante new entry. Abbiamo avuto modo di provare in anteprima per voi grazie le nuove proposte di Quercetti, grazie anche all’aiuto di qualche membro più giovane della nostra redazione.

Secret Code

Partiamo ovviamente da Secret Code, il titolo che ha ispirato questa nuova linea ribattezzata dalla stessa Quercetti con il nome di Family Game. Sì perché, anche se ad un primo sguardo le scatole dei nuovi giochi sembrano destinate ad un pubblico di giovanissimi, in realtà, ad un occhio più attento sarà subito chiaro che si tratta di giochi da tavolo in grado di avvicinare adulti e bambini.

In Secret Code, per 2 giocatori, dai 7 anni in su, dovremo dedurre quale codice segreto ha composto il nostro avversario nel minor numero di tentativi possibili. Questo, realizzato sempre attraverso l’utilizzo di chiodini colorati, avrà una diversa difficoltà a seconda delle due schede incluse nel gioco e delle posizioni che andremo a scegliere disponendo gli 8 differenti colori di chiodini inclusi nella scatola (e i chiodini inclusi in questo caso sono ben 360).

Una volta capite le semplici meccaniche di gioco, Secret Code ci impegnerà in partite della durata di circa 20 minuti dall’alto valore educativo per tutti i piccoli appassionati di logica.

Hangman

Un classico che tutti noi abbiamo giocato almeno una volta nella vita con carta e penna e, ora, riproposto attraverso degli speciali chiodini a bottone con le lettere.

Hangman o, per chi preferisce il nome italiano, l’Impiccato, non dovrebbe aver bisogno di presentazioni. 2 giocatori, dai 6 anni in su, si dovranno sfidare per indovinare la parola composta da un massimo di 8 lettere scelta dal nostro avversario.

Nella scatola è incluso un pennarello cancellabile e una spugna per tenere traccia delle lettere già dichiarate, mentre i chiodini a bottone serviranno per comporre la parola vera e propria sul reticolato collocato sotto al cartoncino del povero impiccato che andremo a costruire pezzo dopo pezzo.

Sea Battle

Anche qui stiamo parlando di un vero e proprio classico dei giochi da tavolo. Nella linea Family Game di Quercetti ha trovato posto anche Battaglia Navale, il celebre gioco in cui dovremo far colare a picco la flotta di navi avversarie, le cui origini affondano ai tempi della Prima Guerra Mondiale.

Due giocatori, dai 6 anni in su, posizioneranno le loro navi su una griglia definita da coordinate cartesiane e, a turno, dovranno tentare di scoprire dove si nascondono le navi avversarie per poterle poi affondare.

Qui è facile capire l’utilizzo che Quercetti ha fatto dei chiodini inclusi nella scatola e, nonostante sia forse il meno originale dei giochi proposti in questa anteprima, il divertimento con questo classico dei giochi da tavolo è ancora assicurato.

Dots & Boxes

Con Dots & Boxes ci spostiamo su un gioco di strategia decisamente più complesso ma che, grazie ai due diversi livelli di difficoltà inclusi nella scatola (attraverso le apposite schede), è decisamente accessibile anche ai più piccoli.

Dai 7 anni in su, per 2 giocatori, Dots & Boxes ci vedrà impegnati ad unire con una parete due chiodini posti su una plancia di gioco speciale. Mossa dopo mossa avremo la possibilità di completare un quadrato che, una volta chiuso nei quattro lati, ci permetterà di collocare al suo interno un chiodino a bottone raffigurante lo smile del nostro colore.

In poco tempo (anche qui circa una ventina di minuti a partita), vedremo il tabellone di gioco riempirsi di smile e, come ho imparato a mie spese, non sempre del colore sperato.

Grand Prix

Grand Prix è probabilmente il titolo della linea Family Game di Quercetti che più si avvicina ai giochi da tavolo di cui siamo soliti parlare su queste pagine.

Si tratta di un gioco di corse automobilistiche che ricorda molto da vicino una versione semplificata del celebre Formula D, in cui dovremo quindi gareggiare a bordo di una monoposto per tagliare per primi il traguardo. I chiodini, in questo caso, terranno traccia del percorso effettuato dal nostro veicolo lungo tutto il tracciato che, a proposito, non è uno solo.

Sono infatti ben 16 i circuiti disponibili all’interno della scatola di Grand Prix, un gioco introduttivo per i piccoli appassionati di motori, per 2 giocatori dagli 8 anni in su. Le partite saranno più impegnative rispetto agli altri prodotti elencati in questo speciale, così come la durata complessiva di una gara che andrà spesso oltre la mezz’ora.

In questo momento sicuramente il mio gioco proferito tra i Family Game di Quercetti.

PegXT

L’ultimo gioco che abbiamo potuto provare in anteprima si chiama PegXT, e rientra nella categoria dei giochi che aiutano a sviluppare l’apprendimento logico dei nostri bambini. Anche qui stiamo parlando di un titolo adatto dagli 8 anni in su, sempre per 2 giocatori e, ancora una volta, con due differenti livelli di difficoltà.

La difficoltà questa volta sarà però determinata dalla dimensione della plancia di gioco (modulare), i cui bordi dovremo tentare di unire attraverso chiodini speciali collegati tra di loro da alcuni ponti del nostro colore. Tutto questo, ovviamente, mentre tenteremo di sbarrare la strada al nostro avversario.

Un ottimo gioco astratto per principianti, intavolabile in pochissimi minuti e meno complicato da quello che potrebbe apparire in un primo momento dando un veloce sguardo alla scatola.

Per tanti anni il marchio Quercetti è stato sinonimo di chiodini, il celebre gioco per bambini utilizzato per creare delle immagini grazie a dei funghetti collocati su una semplice tavoletta traforata (ma davvero c’era bisogno di una spiegazione?). Ora, a distanza di quasi 70 anni dall’arrivo dei coloratissimi ma “sempreverdi” chiodini nelle nostre case, questi sono diventati i protagonisti di una nuova linea di giochi da tavolo firmata Quercetti, dei veri e propri Family Game dal sapore nostalgico ma sorprendentemente attuali.