Cerca

RAMI VINCE IL PREMIO “BRAIN CHILD”

Arriva dagli USA un nuovo riconoscimento per uno dei best seller della Quercetti & C.
 
Rami, storico giocattolo educativo della Quercetti & C., compie 35 anni, ma non smette di stupire. Pluripremiato nel corso degli anni in svariati concorsi internazionali come miglior gioco educativo, continua a raccogliere consensi.
 
L’ultimo arriva dagli Stati Uniti. Rami ha ricevuto il “Tillywig Toy Award” nella categoria Brain Child. Letteralmente “giocattoli cerebrali”. Ogni anno, il Tillywig Awards Program offre ai consumatori, ai rivenditori e ai media informazioni sui migliori prodotti per l’infanzia disponibili sul mercato. Informazioni utili, consigli e recensioni che mirano a dare ai consumatori quante più informazioni per un acquisto consapevole.
 
Fra l’ampia scelta di giocattoli in commercio, “Tillywig” ha scelto di premiare proprio l’italianissimo Rami con la seguente motivazione: “Rami è uno dei giocattoli educativi più affascinanti e divertenti che c’è capitato di testare. La magia di Rami sta nel modo in cui il percorso della discesa di ciascuna palla è determinato dalla manipolazione di una serie di leve. Ogni palla incontra 4 giunzioni consecutive in discesa, con una leva separata a ogni incrocio che controlla quale dei due rami la palla prenderà in quel punto del suo viaggio. Selezionare le posizioni corrette della leva è un processo estremamente divertente in cui la logica e il ragionamento regnano sovrani. Non sorprende, dato che Rami è stato progettato per riflettere i principi della codifica computerizzata! Le due posizioni di ciascuna levetta sono contrassegnate da 0 e 1 (numeri binari, il fondamento di tutte le logiche del computer), consentendo ai bambini di creare semplici programmi e sequenze orientati al raggiungimento dei risultati finali desiderati!”
 
Un gioco che non passa mai di moda. Anzi si rinnova. La Quercetti, azienda a cui si deve l’invezione di questo gioco datato 1983, ne ha rilanciato una nuova versione: il Rami Code. “Coding” significa “programmare” ovvero scrivere le istruzioni che permettono a un oggetto di fare quello che fa. Il Coding è il linguaggio che parla tutta la tecnologia che ci circonda e che usiamo tutti i giorni. Nel futuro questa “lingua” sarà sempre più utilizzata e proprio per questo iniziare già da bambini a conoscere le basi del coding è importante perché, al di là delle applicazioni in ambito di programmazione, imparare il coding vuol dire anche imparare ad organizzare le idee, sviluppare il pensiero logico e critico e le capacità di problem-solving. Il nuovo Rami Code di Quercetti è un gioco che facilita le prime esperienze di “coding”. Si gioca con leve e pulsanti che vanno manovrati con la corretta coordinazione occhio-mano in modo tale da liberare i percorsi alle palline colorate che così possono raggiungere la giusta casella d’arrivo. E’ un gioco che insegna divertendo i numeri binari, quelli che permettono il funzionamento di tutti computer, che stimola nei più piccoli il “pensiero computazionale”, cioè la capacità di scomporre un problema complesso in diverse parti, più semplici e risolvibili.