Cerca

"A Toy for a Children Smile"

Quercetti partecipa al progetto "A Toy for a Children Smile"

Mercoledì 14 marzo 2012 - Ore 12:00 Comune di Lugo
Conferenza stampa per il progetto “A Toy for a Children Smile”

… Progetti che nascono dall’idea comune di fare il possibile per aiutare i paesi meno fortunati, con la convinzione che anche piccolissimi gesti concreti di solidarietà valgano più di mille parole”.

Il territorio della Bassa Romagna si è da sempre distinto per la sua disponibilità al servizio ed alla sua immutata volontà di aiutare i più deboli. In questi anni numerosissimi sono i progetti, come numerose sono le nazioni destinatarie della solidarietà delle donne e degli uomini del nostro territorio. “A Toy for a Children Smile” è un’attività umanitaria che si connota dal punto di vista temporale, immediatamente dopo aver colmato i bisogni primari attraverso i beni di prima necessità. Aspira pertanto a migliorare le relazioni tra i popoli impegnandosi a costruire un mondo di amicizie e di pace.

Cronistoria del progetto:

Nel 2008 mensa e sale ricevimento del villaggio del contingente italiano in Afghanistan.
Il rapporto speciale che lega gli uomini dalle Brigata Aeromobile Friuli con il nostro territorio è stata l’occasione di questo progetto.
In particolare l’idea di fare qualcosa utile a favorire le relazioni, migliorare la percezione del nostro contingente e più in generale degli italiani, è venuta al Decano della Brigata il Luogotenente Francesco Coviello.
Coviello presente a Lugo, all’Aeroporto Francesco Baracca di Villa San Martino con gli ufficiali della Brigata, in occasione delle celebrazioni del 90’ anniversario della morte del M.O.V.M. Francesco Baracca, espresse la sua idea a Falconi, anch’esso presente durante questo evento, che la tradusse nell’attività figurativa che coinvolse molte città italiane fra cui Ravenna, Bologna, Brisighella, Cagliari, Firenze, Perugia, Palermo, Catania, Venezia, Torino e tante altre.

Gli uffici del turismo di tutte queste città parteciparono fornendo immagini dei loro monumenti con particolare rilievo alle bellezze patrimonio dell’UNESCO, che sono poi servite per gli allestimenti dei vari ambienti.

31/12/2009 storico collegamento dalla Piazza Baracca di Lugo
I festeggiamenti per 31 dicembre 2009 diventano l’occasione per uno storico storico collegamento dalla Piazza Baracca di Lugo al Libano con gli uomini della Brigata Aeromobile Friuli, impegnati nella delicata missione delle Nazioni Unite.
Durante i preparativi di questo collegamento avvenuti mesi prima, si pensò su input di Coviello, di declinare verso i bambini la valorizzazione delle relazioni. Cosa che fu realizzata per l’anno 2010.

2010 protagonisti i bambini
Come ogni anno le modifiche e le peculiarità del progetto vengono aggiornate; così come lo sono i progetti che ne fanno parte.
Gli storici promotori come ogni anno presenti sono: il Comune di Lugo, la Protezione Civile, la Brigata Aeromobile Friuli e l’Aero Club Francesco Baracca.
L’attività è consistita nel regalare dei giocattoli donati dai bambini dei comuni della Bassa Romagna ad alcuni ospedali e scuole nella Provincia del Tiro.
Una seconda attività prevedeva la realizzazione di puzzle con immagini della città di Lugo e Bologna e la loro consegna in Provincia di Tiro in luoghi scelti dalla Brigata in collaborazione con la Protezione Civile della Bassa Romagna e il Comando Operativo Interforze.

2011/2012 “A Toy for a Children Smile” passaggio di consegne
In occasione di questo quarto anno di attività, il progetto cambia pelle e si arricchisce di un nuovo logo caratterizzato dai colori nazionali e da una lingua internazionale, a sottolineare ulteriormente l'origine ma anche la sua dimensione oltre che ambizione.
Non ultimo dei cambiamenti “A Toy for a Children Smile” diventa un progetto del Rotary che lo fa proprio, attraverso la volontà di favorire l’unione dei mondi e la comprensione tra i popoli.
Nello specifico “A Toy for a Children Smile” di suddivide in due attività:

Attività umanitarie: Attraverso la raccolta di giocattoli che saranno consegnati grazie a due missioni della Protezione Civile ai bambini Libanesi e Afgani.

Attività educative: In collaborazione con i presidi delle scuole medie inferiori del comprensorio di Lugo che hanno inserito nell’attività didattica la realizzazione di disegni da colorare.

Per la prima attività si è fatta richiesta a molte aziende su tutto il territorio nazionale di partecipare al progetto; molte di queste hanno aderito. Un ringraziamento particolare va all’azienda Minguzzi spa Consortile di Alfonsine e in particolare nella persona della Sig.ra Minguzzi che da anni opera nel volontariato con molto impegno e grande umiltà; la Faiplast srl di Mantova, la ditta Quercetti spa di Torino e l’Italveneta Didattica di Venezia per l’appoggio e il contributo in giocattoli.

Lunedì 12 marzo 2012 è partita la prima destinazione in l’Afghanistan ad Herat via Dubai.
I container sono salpati via nave da Salerno verso Dubai poi in aereo ad Herat: si presume che arriveranno verso il 10/15 di aprile.
Precisamente i luoghi di consegna dei giocattoli saranno:
A Shindand, nel carcere femminile di Herat dove dimorano, senza colpe, un centinaio di bambini, figli delle detenute, dove la Protezione Civile da anni fornisce materiale per l’igiene, indumenti, materiale didattico e infine giocattoli.
L’ospedale Pediatrico di Herat costruito dagli italiani, ospedale ormai riferimento del territorio, tanto da avere 100 ricoveri al giorno e 200 visite.

Per la seconda attività la volontà di coinvolgere le scuole nasce dall’idea e dalla voglia di dare ai nostri ragazzi un messaggio ed un esempio positivo, affinché sentano quello stimolo di apertura, tolleranza e bontà che sono sì alla base della solidarietà ma anche della convivenza civile in società moderne.
Vorremmo che i nostri giovani partecipassero attivamente all’iniziativa per non far si che resti una delle tante "raccolte", certamente importanti, ma che si esauriscono con la consegna dei beni.
Vogliamo aumentare la cultura della solidarietà nei ragazzi attraverso un contributo progettuale da parte dell’assessorato al mondo della scuola, per aiutarci a trasmettere questo messaggio alle future generazioni.
Saranno quindi realizzati, da aprile a maggio, dai bambini delle scuole dell’Istituto Comprensivo Lugo 2 Gherardi: Scuola Primaria Garibaldi, Marconi e Fermi, circa 350 alunni, dei disegni in bianco e nero e a colori da donari ai bambini Libanesi.
La seconda destinazione sarà il Libano nel mese di ottobre a Tbnin nella Provincia del Tiro presso l’Orfanotrofio femminile Srifa Multipurpose Center e la Scuola Media Statale di Chana.

Il Coordinatore del progetto
Dott. Giuseppe Falconi