Cerca

Le lavagne magnetiche

1963: Le lavagne magnetiche, 1964: Il trenino

La fortunatissima serie di lavagne magnetiche, che tanto peso avranno nelle fortune della ditta per gli anni a venire, nascono nel 1963 da un accordo commerciale fra la Quercetti e l’inglese Mettoy Playcraft Ltd (Metal Toy) per la distribuzione, in esclusiva per l’Italia, dell’assortimento di lavagne della ditta americana di New York “Child Guidance Toys” marchio della Archer Plastics Inc. Questa ditta, in effetti, è stata una delle prime aziende di giocattoli al mondo ad utilizzare la plastica nel settore sulla scia, però, delle proposte assolutamente pionieristiche ed all’avanguardia della ditta inglese, fondata nel 1932 da Hilary Fischer Page, Kiddicraft “Sensible” Toys.

Dopo una prima fase in cui Quercetti si limitò a distribuire i prodotti americani sul territorio nazionale, visto il crescente successo, si allestirono velocemente attrezzature e stampi per lo stampaggio e la realizzazione in Italia di un sempre più ampio assortimento di lavagne magnetiche sia con lettere e numeri calamitati che con elementi geometrici da comporre liberamente. Anche il famoso Trenino, tutto in plastica, che si muoveva a “energia bambino” e con le rotaie da montare in tanti percorsi ogni volta diversi, e che ha avuto in Italia uno straordinario successo di vendite tale da rimanere in catalogo fino ai giorni nostri, è frutto di accordi commerciali a livello internazionale. Gli stampi vennero, infatti, in un primo tempo, acquistati in blocco dalla ditta Mettoy che non era evidentemente interessata ad utilizzarli in proprio, in quanto specializzata in die cast metallici di automobiline con il marchio Corgi Toys; poi sviluppati e incrementati internamente (1968) con stampi di accessori che ne arricchivano l’assortimento. Da segnalare che lo stesso Trenino veniva prodotto già da alcuni anni, anche oltreoceano, dalla stessa ditta americana delle lavagne magnetiche, Child Guidance Toys, per cui si può verosimilmente riscostruire che la detentrice dei brevetti originali era quest’ultima azienda americana e non quella inglese.