Cerca

L’apice del successo

1970: L’apice del successo

L’inizio degli anni 70 rappresenta il periodo di massimo splendore per l’azienda che, in soli 10 anni, è passata da 3 dipendenti a quasi 500. Alessandro Quercetti è ormai diventato un personaggio fra i più famosi ed apprezzati del mondo del giocattolo, il riferimento a cui tutti guardano. E Torino diventa la capitale italiana del giocattolo.

1972: Georello vince e vende

Georello è un successo Quercetti sin da subito. Il primo riconoscimento arriva lo stesso anno con l’attribuzione del prestigioso “Pinocchio d’oro”. Si tratta di un gioco che abbina la funzione della composizione, tipica dei giochi da costruzione a quella degli ingranaggi che producono movimento a catena. Con un numero limitato di elementi è possibile variare, di volta in volta, il modello ottenuto.