Cerca

STEAM

Cosa significa STEM?

STEM è l’acronimo di Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica (derivante dall’inglese Science, Technology, Engineering e Mathematics) e viene utilizzato per indicare i corsi di studio e le scelte educative volte a incrementare la competitività in campo scientifico e tecnologico. 
I giochi STEM sono dunque quei giocattoli che aiutano a sviluppare l’apprendimento di quelle abilità che torneranno utili nel campo della scienza e della tecnologia.
 Sono giocattoli che avvicinano i bambini al mondo della scienza grazie alla loro applicazione nel mondo reale e vengono definiti come la perfetta unione tra “apprendimento” e “divertimento”... niente di nuovo in casa Quercetti!


I giocattoli educativi Quercetti, ideati e realizzati in Italia, sono da sempre stati creati seguendo questo approccio.

Per questa ragione non troverete una linea STEM nel nostro catalogo poiché tutti i giochi Quercetti sono giochi STEM, anzi STEAM a dirla tutta.

Perché Quercetti preferisce i giochi STEAM?

Preferiamo introdurre la “A” che sta per Arte, poiché per noi l’Arte è una disciplina indispensabile nella formazione del bambino. Arte intesa nel senso più ampio di creatività, fantasia ed estetica. La bellezza insomma, che va applicata in ogni campo per rendere il mondo più bello.

Siamo sempre stati STEAM!

Giocare è imparare! Da questo principio nascono i giocattoli Quercetti. È così per gli animali che giocando imparano a cacciare e a relazionarsi con gli altri ed è sempre stato così anche per gli uomini. Purtroppo oggi molti giocattoli si limitano ad intrattenere per poco tempo, essendo prodotti “marketing oriented”, e sono vendibili solo se associati ad un bombardamento pubblicitario diretto ai bambini (vedi i Valori Quercetti)


Forse per questo motivo abbiamo bisogno di una nuova etichetta, di una nuova tendenza, per differenziarci dal dilagante conformismo consumistico.
 Che ben venga se serve a sensibilizzare i genitori nell’acquisto dei giocattoli, se serve a incoraggiare le bambine a interessarsi al mondo della scienza, visto il profondo gap che divide gli uomini dalle donne, a discapito di queste ultime, nel mondo scientifico.

Attenzione però a pensare che, così facendo, i nostri figli diventino tutti, automaticamente, piccoli chimici e piccoli ingegneri! 
Tutti i bambini hanno diritto ad apprendere le discipline scientifiche per poter sviluppare quelle abilità che gli serviranno da grandi ad affrontare le sfide della vita, anche quelle piccole e quotidiane, non per forza per intraprendere la carriera da ingengere. È solo giocando che scopriranno i loro talenti e, se ben stimolati, saranno in grado di realizzarsi pienamente, come donne e uomini liberi, dal pensiero critico e con forti capacità creative.